Ovetti kinder fatti in casa: i più famosi diventano fai da te

loading...

Da bambini erano l’oggetto dle desiderio, quello che non mancavamo mai di esprimere arrivate alla cassa del supermercato: “mamma mi prendi un ovetto Kinder?”
Difficile dire se fosse più la curiosità della sorpresa o la gola del cioccolato a spingerci, quel che possiamo giurare però è che nessuno sapeva resistere ai mitici ovetti.
Oggi allora rendiamo loro omaggio imparando a realizzarne una versione homemade, forse ancor più irresistibile dato che potremo inserire la sorpresa che più ci piace e ci garantiremo una qualità di cioccolato davvero eccelsa. Pronte per mettervi all’opera?
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –>Video ricetta vegetariana: il Presnitz, la corona di Pasqua con frutta secca
Ovetti Kinder fatti in casa: la ricetta

Gli ingredienti che ci occorrerano sono veramente pochi. Ben più importante saranno pazienza e prepcisione da impiegare durante la preparazione.
Andiamo però con ordine: ecco che cosa ci occorrerà per realizzare i nostri ovetti Kinder fai da te.
Ingredienti:
150 gr di cioccolato al latte
150 gr di cioccolato bianco
stampo per ovetti in policarbonato
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –>Salame di cioccolato senza uova, latte e burro: la variante light di un grande classico
Se avete già avuto esperienza di uova di Pasqua fatte in casa il procedimento vi risulterà senza dubbio familiare.
Il primo step consisterà nel far sciogliere la ciocclato al latte a bagno maria. Questa andrà poi versata negli stampi e, una volta accertateci che il cioccolato abia aderito sull’intera superfice, si potrà capovolgere il tutto per far colare l’eccesso. Un passaggio in frigo e siamo pronte per ripetere la procedura con il cioccolato bianco.
Una volta sformati gli ovetti possiamo riempirli con la sorpresa che più ci piace e, aiutandoci con altro cioccolato fuso, incollare poi le due metà per confezionare l’ovetto.
Il gioco è fatto! La versione homemdade dei famosi ovetti Kinder è pronta per esser regalata ad amici, parenti, grandi e piccini. Non era poi così difficile, vero?

CheDonna.it | Il sito delle Donne

loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *