IL DITTATORE SUICIDA Kim Jong spara un altro missile Apocalisse nucleare a un passo: la frase di Trump, Usa in azione

loading...

Corea del Nord, altro test missilistico: fallito. Gli Stati Uniti a un passo dall’azione militare

Ci siamo: Kim Jong-un chiama la guerra. Il dittatore, come annunciato, ha celebrato il nonno con una grande parata e 24 ore dopo ha cercato di festeggiarlo con l’ennesimo lancio di un missile. Ma la prova – secondo fonti della Corea del Sud, poi confermate dal Pentagono – sarebbe fallita. La notizia, trapelata nel tardo pomeriggio americano, ha rilanciato così i timori che si erano in parte attenuati dopo che la data simbolo del 15 aprile era trascorsa senza provocazioni. Tutto il contrario, parrebbe: la Corea del Nord provoca ancora e chiama l’attacco degli Stati Uniti. Non è chiaro che tipo di missile sia stato testato, ma secondo la Cnn non si trattava di un vettore intercontinentale in grado di raggiungere gli Usa.

Dato ancor più significativo, il lancio è avvenuto a poche ore dall’arrivo del vice presidente americano a Seul. Mike Pence sta viaggiando verso la Sud Corea sull’Air Force 2, è stato informato del nuovo test di lancio missilistico ed è in contatto con Donald Trump. Da par suo, The Donald, si è espresso con un brevissimo comunicato tramite il suo Segretario della Difesa Jim Mattis: “Il presidente ed il suo staff della Sicurezza Nazionale sono stati informati del lancio del missile nordcoreano. Per stasera non sono previsti commenti”. Anche il Giappone ha confermato il lancio del missile.

Il tentato lancio, ovviamente, potrebbe innescare l’azione militare degli Stati Uniti e dare il là a una guerra nella quale, per la prima volta da Hiroshima e Nagasaki, vedrebbe impiegati ordigni nucleari. La Cina, da par suo, continua una disperata mediazione per evitare il conflitto. Secondo il New York Times i cinesi sono pronti ad accentuare la pressione su Pyongyang – in campo economico – e sono disposti a scambiare informazioni di intelligence con gli Stati Uniti. Altri elementi diplomatici potrebbero emergere nelle prossime ore in quanto il vice presidente Mike Pence visiterà Seul e Tokio. Difficilmente, però, il folle dittatore Kim seguirà i consigli diplomatici del Dragone.

http://www.liberoquotidiano.it/

loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *