Maestra picchia il bimbo, incastrata dalle telecamere- VIDEO

loading...

Un insegnante di asilo nido è stata ripresa dalle telecamere a circuito chiuso mentre colpisce un bambino e lo getta sul pavimento di fronte ad altri compagni di scuola perché “non vuole dormire”. L’episodio è avvenuto all’Hongying Kindergarten in Cina. La maestra, il cui cognome è Qu, ha perso la pazienza con il bambino, chiamato Geng, dopo che rifiutava di essere partecipe delle attività di gruppo. Il filmato choc mostra l’insegnante che lotta con il ragazzo in lacrime e lo schiaffeggia prima di spingerlo a terra tre volte.

Si dice che abbia fatto questo davanti a tutti i suoi altri allievi per dare al bimbo una lezione che sia da esempio anche agli altri. I genitori del bambino hanno chiesto che venissero loro mostrate le immagini delle telecamere di videosorveglianza, dopo che il figlio ha dichiarato di essere stato maltrattato. Lo riferiscono le autorità locali. Sua madre, secondo quanto si apprende, ha a sua volta schiaffeggiato l’insegnante sei volte sul viso dopo aver visto il filmato. Inoltre, l’insegnante è stata licenziata in tronco. La scuola ha anche fatto le proprie scuse pubbliche ai genitori per il comportamento della maestra.

Episodi del genere non sono purtroppo rari anche in Italia: un mese fa, una insegnante della scuola primaria del piccolo centro di Amorosi, in provincia di Benevento, è stata accusata di maltrattamenti ai danni dei suoi alunni, che come dimostrano anche alcune registrazioni di telecamere a circuito chiuso venivano picchiati; a inizio febbraio, una maestra di una scuola elementare di Reggio Calabria è finita sotto indagine per maltrattamenti aggravati nei confronti dei poveri alunni della scuola e sospesa dall’insegnamento per 12 mesi. A gennaio, è finita sotto processo la maestra della Scuola materna statale del Comelico, in provincia di Belluno, accusata di cose terribili da parte di una bimba di appena tre anni. “La maestra mi ha fatto mangiare anche il vomito”, raccontò la piccola alla sua mamma, che quel giorno l’aveva vista particolarmente turbata.

direttanews.it

loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *